Materie prime critiche

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato a gennaio 2021 un Tavolo Tecnico Materie Prime Critiche, con l’obiettivo di:

  • rafforzare il coordinamento sul tema;
  • potenziarne la progettualità in termini di sostenibilità degli approvvigionamenti e di circolarità:
  • contribuire alla creazione delle condizioni normative, economiche e di mercato volte ad assicurare un approvvigionamento sicuro e sostenibile delle materie prime critiche.

Oltre a promuovere l’adesione all’ERMA (European Raw Materials Alliance), il MISE presidia i tavoli europei e gli incontri sul tema e partecipa ai workshop, webinar e seminari utili a divulgare e comunicare le informazioni sul tema. Nell’ambito di Ecomondo 2021 è stato organizzato, insieme ad ENEA e al Tavolo Nazionale Materie Prime Critiche, l’evento “Le materie prime critiche e il nuovo piano di azione Europeo: strategie per un approvvigionamento più sicuro e sostenibile”.

Il MISE ha inoltre stipulato un accordo di collaborazione scientifica con il Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali e Ambiente dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” sui temi legati al recupero e al riciclo dei beni giunti a fine vita al fine di produrre materie prime secondarie.

Nell’ambito dell’accordo il Ministero offre anche la possibilità di attivare dei tirocini consentendo così agli studenti interessati di approfondire tematiche inerenti alle materie prime critiche, l’Urban Mining e all’economia circolare in generale, partecipando come osservatori a tavoli tecnici europei e a riunioni e conferenze di rilievo nazionale ed internazionale.

Gli studenti che volessero manifestare il proprio interesse al tirocinio possono contattare dgrosib.formazione@mise.gov.it utilizzando il modulo allegato (doc).

Altri dettagli e approfondimenti direttamente sulle pagine del MISE: Materie prime critiche

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma