Chi siamo

Il Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali Ambiente (DICMA) ha assunto la sua attuale denominazione nel 2006.
La sua storia ha inizio con l’istituzione del Gabinetto di Chimica Docimastica, dedicato all’insegnamento della Chimica organica e inorganica (1873) e della Chimica applicata ai materiali da costruzione (1876). Questa organizzazione, destinata originariamente alle discipline facenti capo alla Chimica applicata, si è negli anni evoluta seguendo gli sviluppi della Chimica Industriale e ha trovato il suo assetto moderno nella fondazione dell’Istituto di Chimica Applicata e Industriale nel 1932. Negli anni, le competenze originarie inerenti l’Industria Chimica si sono ampliate, comprendendo tutti i settori dell’Ingegneria Chimica, della Scienza dei Materiali e della Metallurgia. Nel 1983, anno di istituzione dei dipartimenti universitari, questo Istituto è stato riorganizzato insieme all'Istituto di Arte Mineraria nel Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali delle Materie Prime e Metallurgia, denominazione che ha mantenuto sino al 2006.
Dal 1895, l’Istituto e quindi il Dipartimento hanno avuto la propria sede principale nell’edificio in stile classico adiacente in via delle Sette Sale nel complesso di San Pietro in Vincoli.

Il DICMA associa docenti e ricercatori che svolgono attività di ricerca e innovazione tecnologica nei settori dell’ingegneria di processo, dei materiali, dell’ambiente e della sicurezza, ai quali è inoltre affidata la formazione degli allievi ingegneri chimici, ambientali e della sicurezza, nonché la qualificazione di professionisti della ricerca attraverso corsi di dottorato in ingegneria chimica, dei materiali e delle nanotecnologie. Inoltre, l’efficienza e funzionalità del Dipartimento sono assicurate dal personale tecnico e amministrativo di elevata professionalità.

La struttura organizzativa formale del Dipartimento, articolato su due Sedi (plessi di Via Eudossiana e di Via del Castro Laurenziano), è basata sulla presenza degli organi di governo istituzionali: Direttore, Giunta di Dipartimento e Consiglio di Dipartimento. Non è presente una articolazione in Sezioni, formalizzata ai sensi del Regolamento vigente, ma sono definite aree tematiche tra loro interconnesse nella operatività di ricerca e didattica. La programmazione e distribuzione delle risorse e la valutazione delle attività di ricerca sono di pertinenza istruttoria della Giunta del Dipartimento e di pertinenza deliberativa del Consiglio nella sua interezza.

Il DICMA partecipa, istituzionalmente e tramite i propri ricercatori, a Centri di ricerca universitari (CISTEC), Centri di ricerca e servizi con attività didattica e di ricerca (CERSITES), Joint Lab (Centro Hydro-Eco, Centro Nanolab) e, tramite i propri ricercatori, a spin-off imprenditoriali. Le attività sono distribuite sul territorio regionale (sedi di Latina e di Rieti), con rapporti sia con le amministrazioni locali che con il contesto industriale.

Il Dipartimento è, infine, impegnato in progetti di ricerca europei, internazionali e nazionali. Svolge, inoltre, una attività di consulenza scientifica e tecnologica a favore di società private, gruppi industriali e istituzioni pubbliche, in settori che vanno dall'energia, all'ambiente, ai materiali ed alle materie prime.
 

 

Direttore: Prof. Teodoro Valente

Responsabile Amministrativo Delegato:  dott.ssa Stefania Pontecorvo

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma